Colle Pallatino

Guida per visitare il Colle Pallatino

Il colle Palatino si trova vicino al Colosseo e al Foro Romano. È anche a pochi passi dal Circo Massimo e da Piazza Venezia, quindi non avete scuse per non andare a vederlo di persona!

Le attrazioni imperdibili del colle Palatino sono:

  • Il Palazzo dei Flavi (Domus Flavia), un enorme palazzo costruito durante il regno dell’imperatore Domiziano nel 92 d.C..
  • Lo Stadio di Domiziano, anche se non è certa a quale funzione fosse destinato l’edificio, è probabile che fosse il giardino privato dell’imperatore.
  • La Casa di Augusto e la Casa di Livia, queste case possono essere visitate ma i biglietti devono essere acquistati in anticipo, si possono vedere i bellissimi affreschi colorati che sono ancora ben conservati.

Il Museo Palatino è un piccolo museo che contiene un’ampia esposizione di statue romane e reperti provenienti dall’ippodromo; qui potrete trovare informazioni che vi forniranno il contesto storico e potrete anche trovare esposti alcuni antichi manufatti risalenti all’inizio della storia romana.

Considerate i seguenti consigli quando visitate la città: visitate il Palatino nelle ore più calde della giornata Portate con voi un pranzo al sacco e sfruttate l’ombra. Lungo tutto il percorso ci sono fontane per bere, quindi non dimenticate di portarvi la bottiglia da riempire.

Le attrazioni imperdibili del colle Palatino sono:

  • Il Palazzo dei Flavi (Domus Flavia), un enorme palazzo costruito durante il regno dell’imperatore Domiziano nel 92 d.C..
  • Lo Stadio di Domiziano, anche se non è certa a quale funzione fosse destinato l’edificio, è probabile che fosse il giardino privato dell’imperatore.
  • La Casa di Augusto e la Casa di Livia, queste case possono essere visitate ma i biglietti devono essere acquistati in anticipo, si possono vedere i bellissimi affreschi colorati che sono ancora ben conservati.

Il Museo Palatino è un piccolo museo che contiene un’ampia esposizione di statue romane e reperti provenienti dall’ippodromo; qui potrete trovare informazioni che vi forniranno il contesto storico e potrete anche trovare esposti alcuni antichi manufatti risalenti all’inizio della storia romana.

Considerate i seguenti consigli quando visitate la città: visitate il Palatino nelle ore più calde della giornata Portate con voi un pranzo al sacco e sfruttate l’ombra. Lungo tutto il percorso ci sono fontane per bere, quindi non dimenticate di portarvi la bottiglia da riempire.

Storia del Colle Palatino

Il Palatino è una delle zone più antiche di Roma ed è stato definito “il primo nucleo dell’Impero Romano”. Situato al centro di uno dei sette colli, è alto 40 metri ed è composto da una serie di case – note anche come palazzi – che erano occupate principalmente da uomini ricchi e nobili dell’antica Roma. Con una vista privilegiata sul Foro Romano e sul Colosseo, gli imperatori e i re erano i principali occupanti degli edifici più prestigiosi di Roma, dove si tenevano feste e incontri che avrebbero segnato il futuro dell’Impero Romano e delle sue successive conquiste.

Roma è nata sul colle Palatino. Gli scavi dimostrano che le persone hanno vissuto lì fin dal 10 secolo a.C., inoltre è stato portato alla luce un insieme di capanne che si ritiene siano state utilizzate per scopi funerari tra il 9° e il 7° secolo a.C., in prossimità dell’epoca.

Storia del Colle Palatino

Il Palatino è una delle zone più antiche di Roma ed è stato definito “il primo nucleo dell’Impero Romano”. Situato al centro di uno dei sette colli, è alto 40 metri ed è composto da una serie di case – note anche come palazzi – che erano occupate principalmente da uomini ricchi e nobili dell’antica Roma. Con una vista privilegiata sul Foro Romano e sul Colosseo, gli imperatori e i re erano i principali occupanti degli edifici più prestigiosi di Roma, dove si tenevano feste e incontri che avrebbero segnato il futuro dell’Impero Romano e delle sue successive conquiste.

Roma è nata sul colle Palatino. Gli scavi dimostrano che le persone hanno vissuto lì fin dal 10 secolo a.C., inoltre è stato portato alla luce un insieme di capanne che si ritiene siano state utilizzate per scopi funerari tra il 9° e il 7° secolo a.C., in prossimità dell’epoca.

Il Museo Palatino

Il Museo Palatino si trova dove sorgeva l’ex Monastero della Visitazione, costruito nel 1868 sulle rovine del palazzo di Domiziano. L’allestimento è suddiviso in due piani. Il piano terra, con sale che conservano le strutture originali della domus preesistente, racconta la storia del Palatino dalle origini di Roma fino all’avvento del Principato (1° secolo a.C.). Al primo piano sono esposte numerose opere, tra le quali sono da non perdere, nella Sala VI, i reperti dell’età di Augusto, l’imperatore che per primo cambiò l’aspetto del Palatino e, nella Sala VII, i mosaici e le raffinate pitture della Domus Transitoria.

Il Museo Palatino

Il Museo Palatino si trova dove sorgeva l’ex Monastero della Visitazione, costruito nel 1868 sulle rovine del palazzo di Domiziano. L’allestimento è suddiviso in due piani. Il piano terra, con sale che conservano le strutture originali della domus preesistente, racconta la storia del Palatino dalle origini di Roma fino all’avvento del Principato (1° secolo a.C.). Al primo piano sono esposte numerose opere, tra le quali sono da non perdere, nella Sala VI, i reperti dell’età di Augusto, l’imperatore che per primo cambiò l’aspetto del Palatino e, nella Sala VII, i mosaici e le raffinate pitture della Domus Transitoria.

Il Palazzo Palatino

L’edificio più grande che si trova sul Palatino è il Palazzo di Domiziano. Questo ampio complesso è stato la residenza ufficiale degli imperatori romani per oltre 300 anni. La costruzione del Palazzo di Domiziano fu completata nel 92 d.C. dall’imperatore Tito Flavio Domiziano, ma successivamente fu ampliata da Settimio Severo. Il palazzo era composto da tre parti diverse che permettevano a Domiziano di separare la sua vita professionale da quella personale. Le tre parti erano la Domus Flavia, la Domus Augustana e lo stadio. Le dimensioni delle rovine danno un’idea di quanto fosse grande ed elegante il palazzo.

Il Palazzo Palatino

L’edificio più grande che si trova sul Palatino è il Palazzo di Domiziano. Questo ampio complesso è stato la residenza ufficiale degli imperatori romani per oltre 300 anni. La costruzione del Palazzo di Domiziano fu completata nel 92 d.C. dall’imperatore Tito Flavio Domiziano, ma successivamente fu ampliata da Settimio Severo. Il palazzo era composto da tre parti diverse che permettevano a Domiziano di separare la sua vita professionale da quella personale. Le tre parti erano la Domus Flavia, la Domus Augustana e lo stadio. Le dimensioni delle rovine danno un’idea di quanto fosse grande ed elegante il palazzo.

La Casa di Livia

La Casa di Livia è una domus ricca e privata del 1° secolo a.C., scoperta nel XIX secolo, ed è stata attribuita a Livia per il nome Iulia Augusta che è stato trovato inciso in un tubo di piombo visibile nella sala di ricevimento. La struttura dell’edificio è costituita da un atrio quadrangolare circondato da quattro spazi con pareti dipinte e pavimenti a mosaico, datati al 30 a.C..

La Casa di Livia

La Casa di Livia è una domus ricca e privata del 1° secolo a.C., scoperta nel XIX secolo, ed è stata attribuita a Livia per il nome Iulia Augusta che è stato trovato inciso in un tubo di piombo visibile nella sala di ricevimento. La struttura dell’edificio è costituita da un atrio quadrangolare circondato da quattro spazi con pareti dipinte e pavimenti a mosaico, datati al 30 a.C..

La Casa di Augusto

La Casa di Augusto (Domus Augusti in latino) è il primo edificio di rilievo che si incontra entrando sul Palatino e che dà subito un’idea della Roma antica. Questa casa è stata identificata come la residenza principale di Augusto, il primo imperatore di Roma. È il simbolo di un’importante transizione nella storia romana, quando il Palatino fu trasformato da luogo residenziale a sede del potere imperiale.

La Casa di Augusto

La Casa di Augusto (Domus Augusti in latino) è il primo edificio di rilievo che si incontra entrando sul Palatino e che dà subito un’idea della Roma antica. Questa casa è stata identificata come la residenza principale di Augusto, il primo imperatore di Roma. È il simbolo di un’importante transizione nella storia romana, quando il Palatino fu trasformato da luogo residenziale a sede del potere imperiale.

Orti Farnesiani

Gli Orti Farnesiani sono distribuiti a terrazze sul fianco del colle Palatino. Questi magnifici giardini botanici, tra i più ricchi al mondo in quel periodo, un tempo si estendevano sulla sommità pianeggiante della collina. Furono creati dal cardinale Alessandro Farnese e furono i primi giardini botanici privati in Europa.

Lo stadio del Circo Massimo

Il Circo Massimo è un antico stadio romano dedicato alle corse dei carri e un luogo di intrattenimento di massa situato tra l’Aventino e il Palatino. Fu il primo e più grande stadio costruito nell’antica Roma. Il Circo Massimo era utilizzato come circuito per le corse dei carri e per le processioni religiose in grande stile.

Tempio di Apollo

Il Tempio di Apollo Palatino era un tempio situato sul Palatino costruito nell’antica Roma. Dedicato inizialmente da Augusto al suo dio protettore Apollo. Fu il secondo tempio costruito a Roma dedicato a questo dio, dopo il Tempio di Apollo Sosiano. Le rovine dell’edificio sono state scoperte negli anni ’60, in un’area in pendenza che scende verso il Circo Massimo.

Tempio di Apollo

Il Tempio di Apollo Palatino era un tempio situato sul Palatino costruito nell’antica Roma. Dedicato inizialmente da Augusto al suo dio protettore Apollo. Fu il secondo tempio costruito a Roma dedicato a questo dio, dopo il Tempio di Apollo Sosiano. Le rovine dell’edificio sono state scoperte negli anni ’60, in un’area in pendenza che scende verso il Circo Massimo.

Acquista i biglietti per il Colosseo